Prima Pagina
Reg. Tribunale Lecce n. 662 del 01.07.1997
Direttore responsabile: Dario Cillo


 

 I livelli neurologici del cambiamento –

- (ABSTRACT: Finalita’ e metodi di formazione collaborativa nel “NET-learning”.)

 

PAOLO MANZELLI “LRE-EGO-CREANET” –“V.I.A.”  - LRE@UNIFI.IT

 

Le fondamentali concezioni che permettono di accelerare la “costruttore di una realta’ mentale creativa in un contesto storico-evolutivo”. si possono evidenziare sulla base di una concezione di estensione tra < Cervello e Mente > , e cioe’ correlando coscientemente  lo sviluppo delle intelligenza umana alla evoluzione della intelligenza della natura  di cui siamo partecipi. .

 

Quanto sopra premette la definizione di un modello di rappresentazione dei livelli neuronali della realta’ quale prerequisito ad elevato contenuto logico-cognitivo finalizzato ad accelerare una ulteriore coscienziosa riflessione capace di agire da catalizzatore dello  sviluppo creativo delle relazioni tra “cervello e mente” della specie Umana.

 

Partiamo in questa breve riflessione dalla considerazione ben nota che i cervelli di due persone possano essere geneticamente identici senza che risultino eguali le loro attivita’ mentali che infatti si differenziano per le diversita’ di integrazione  dei vari livelli neurologici funzionali  di cui il cervello e’ composto (Schematicamente :Livello Emisferi  Superiori, Livello Sensoriale Talamico, Livello delle Pulsioni , sotto-Talamico) e quindi delle loro varie possibilita’ di interazione tra i lobi che sono collocati a destra e a sinistra della linea mediana che suddivide in aree funzionalmente distinte ogni livello cerebrale) .

 

Pur avendo aree funzionali geneticamente identiche la differenziazione dell’ apprendimento cerebrale puo’ essere assai ampia e complessa , cio’ in quanto il Cervello e’ una condizione necessaria ma non sufficiente a realizzare forme di pensiero , proprio in quanto la intelligenza cerebrale e’ nettamente inferiore in complessita’ alla intelligenza della natura.

 

La nostra cultura e’ certamente riduttiva , e pertanto mentre nel bambino il numero di interconnessioni neuronali e’ assai elevato permettendo un apprendimento rapido, constatando che i livelli culturali essendo evidentemente limitati , si riconosce come questi ultimi determinano progressivamente una selezione delle potenzialità creative di comprensione dei giovani .Il risultato complessivo e’ che l’ adulto normalmente subisce una limitazione della flessibilità d’uso dei livelli di integrazione neuronale diminuendo fisiologicamente  le proprie capacita creative di apprendimento.

 

E importante sottolineare su base scientifica come le potenzialita’ cognitive operanti nel cervello infantile siano superiori a quelle dell’ adulto e che pertanto una assunzione passiva di un apprendimento basato sul trasferimento nozionistico e ripetitivo delle conoscenze storicamente acquisite  costituisce un condizionamento delle facolta’ di sviluppo cognitivo dei fanciulli.

 

Pertanto il docente ha la necessita’ di sviluppare una ricerca educativa  per realizzare un produttivo avanzamento del sistema educativo,  capace di riconoscere le potenzialita’ e la pluralita’ delle risorse intellettive dei giovani in modo da valorizzarne una acquisizione cosciente della naturale creativita’ cerebrale  presente in ogni discente.

 

La coscienza pertanto  il fattore determinante della formazione  quale sistema cerebrale dove le informazioni ricevute dal mondo esterno divengono elaborate come rappresentazione di se stessi nel mondo percepito.

 

E’ la possibilita’ estensione cosciente di tale rappresentazione  delle proprie relazioni cognitive con il mondo che determina lo sviluppo cerebrale, mediante un sistema innovativo di  apprendimento  che nel processo evolutivo delle conoscenze abbia tendenza progressiva finalizzata a far coincidere Cervello e Mente. 

 

Estrapolando possiamo infatti dire che Cervello e Mente potranno divenire equivalenti  solo quando le capacita concettuali cerebrali saranno in grado di capire il significato della esistenza e del divenire dell’ Uomo nel Universo.

 

Pertanto in tale visione evolutiva delle relazioni di reciproca estensibilita’ tra “cervello e mente”  diviene possibile arguire la dimensione e le iniziative utili ad utilizzare le risorse cerebrali per realizzare dei cambiamenti nello sviluppo della creatività storico-sociale dell’ Uomo e della Donna.

 

Certamente uno strumento di ampliamento relazionale e oggi rappresentato dai sistemi interattivi basati sul uso formativo delle Tecnologie di Informazione e Comunicazione (TIC) che diviene grandemente utile qualora venga finalizzato al superamento delle logiche meccaniciste del riduzionismo scientifico di indole disciplinare per una loro sostituzione con le piu’ moderne logiche interpretative di integrazione delle scienze , di indole bio-logica ed ecologica.

 

In tal caso  appendimento via “WEB-LOGIC” oggi consente oggi di sviluppare delle metodologie inter-attive e pro-attive di ragionamento condiviso che permettono al cervello di  sintonizzarsi su  livelli neurologici piu’ elevati rispondenti ad una prassi di  estensione e di flessibilita’ cerebrale, certamente  utile per  recuperate il riduzionismo culturale e scientifico responsabile della diminuizione fisiologica delle inter-connettivita’ neuronale nel passaggio dalle potenzialità di apprendimento in eta’ giovanile a quelle dell’adulto .

 

Pertanto dato che e’ necessario acquisire una sperimentazione per convincersi delle potenzialità delle tecniche di ampia condivisione cognitiva in rete  e utile provare a dare sviluppo, nell’ ambito delle Ricerca Educativa orientata a dar luogo ad un nuovo paradigma dell’ apprendimento,  alle metodologie di  tipo WE B-LOG IC  ( Contratto Generalmente in BLOG) .

 

Provare per credere facendo pero attenzione a non limitare chiudere le relazioni di TIC  sviluppate con le tecniche “BLOG2 ma ad organizzarle sulla base di una ampia estensione  internazionale ed a carattere multi-disciplinare ben finalizzato da una progettazione BASATA SU COGNIZIONI INNOVATIVE per facilitare una estensione multi.tematica e multi –linguistica della condivisione di conoscenze.  

Un esempio di cio’ e stato recentemente realizzato nel progetto “Mental Ch’ange” da LRE/EGOCreaNET . al fine di Accelerare il futuro europeo dell'e-Governament nel quadro di sviluppo della Economia della Conoscenza

 

BIBLIO LINK:

 

Le nuove teorie della mente : http://www.edscuola.it/archivio/lre/teorie_mente.htm

Cervello, creativita’ , innovazione e rimozione pregiudizi cognitivi : http://www.edscuola.it/archivio/lre/precognit.html

Dinamiche Cognitive di Trasformazione: http://www.edscuola.it/archivio/lre/dinamiche_cognitive.htm

“Mental Ch’ange” http://www.edscuola.it/archivio/lre/mental/index.html

-          BLOGGANDO : http://bloggando.spider.it

-          BLOGGER :  http://www.blogger.com

-          FAROOK : http://www.farook.org

-          METATEQUE : http://www.metateque.com

 


La pagina
- Educazione&Scuola©