Educazione&Scuola© - Bollettino Da: edscuola <edscuola@edscuola.com>

Da: edscuola

Oggetto: E&S 13-09-99
Data: lunedì 13 settembre 1999 17.39

Su Educazione&Scuola (http://www.edscuola.com):

LILILILILILILILILILILILILILILILI

            - Le Rubriche dei Servizi -

- Concorsi@edscuola.com a cura di Pino Santoro
 La rubrica aperta su Concorsi e Precariato

. FAQ 34

- Esami@edscuola.com a cura di Davide Leccese
 La rubrica aperta sui nuovi Esami di Stato

- Mobiltà@edscuola.com a cura di Pino Santoro
 La rubrica aperta sui Trasferimenti e Mobilita'

. Nuove FAQ

- Pensioni@edscuola.com a cura di Girolamo Pizzinga
 La consulenza pensionistica on line

. Nuove FAQ

- Psicologia@edscuola.com a cura di Lorenzo Cuna e ASPIC
 La rubrica aperta su Psicologia e Counseling Scolastico

LILILILILILILILILILILILILILILILI

- 08 - 18 settembre Concorso riservato

(...)

Numerosi aspiranti all'abilitazione in strumento musicale ci chiedono se,
nelle more dell'entrata in vigore delle procedure relative alla nuova classe
di concorso, possono abilitarsi con la sessione riservata in educazione
musicale o se questo, coerentemente con l'unicità della scelta prevista per
tutte le classi di concorso, pregiudicherà la partecipazione
all'abilitazione riservata in strumento musicale.
Nel merito va precisato che in tempi brevissimi, non appena superato lo
scoglio della corte dei conti, sarà definita la procedura per la nuova
classe di strumento musicale e che questa prevederà l'opzione tra la
procedura di abilitazione nella nuova classe o quella in educazione musicale
eventualmente già attivata. Gli interessati possono perciò o confidare  nel
rapido superamento della verifica della corte dei conti e nella rapida
attivazione della sessione riservata per strumento musicale o iscriversi
alla sessione riservata di educazione musicale, riservandosi di optare per
strumento musicale all'uscita della nuova procedura.

(...)

Sul tema si veda la rubrica di Educazione&Scuola:

Concorsi@edscuola.com a cura di Pino Santoro


- 13 settembre Scuola e Riforme

Il Ministro della Pubblica Istruzione interviene, nel corso di un'intervista
pubblicata il 13 settembre dal Corriere della Sera, sulle riforme che
investono la scuola col nuovo anno scolastico.

I nuovi esami di stato:
«Nel prossimo esame di Stato agli orali bisognerà rispondere su tutte le
materie, guai alle commissioni che si accontenteranno soltanto della tesina
(...) nella seconda edizione dell'esame non potranno ripetersi le stesse
concessioni motivate dalla novità della prova. I crediti vanno uniformati
(...) Occorre sperimentare un ventaglio più ampio di terze prove. Infine gli
studenti devono impadronirsi anche di altri stili letterari. Al posto del
tema molti hanno scelto l'articolo di giornale o per il saggio breve, ma poi
come l'hanno scritto?».

I disegni di legge sul riordino dei cicli scolastici e sulla parità:
«Ho fiducia che la Camera approvi presto questo disegno di legge (sul
riordino dei cicli scolastici - NdR) per passarlo al Senato. Al massimo
entro alcuni mesi dovremmo avere il varo della legge. - Sulla parità - c'è
un accordo partitico e non solo parlamentare. Il mio auspicio è che la
Camera approvi il testo del Senato. Vedo la possibilità di avere la parità
rapidamente. E' stato un piccolo miracolo politico».

Il prolungamento dell'obbligo scolastico:
«L'attuazione dell'obbligo scolastico non sarà perfetta ovunque. E' umano.
Per prepararsi serve un anno e le scuole hanno avuto solo pochi mesi. Gli
insegnanti faranno la radiografia delle capacità dei ragazzi (stiamo
parlando di quelle decine di migliaia che hanno dei problemi), li aiuteranno
a comprendere se hanno scelto bene o no ed esamineranno anche la possibilità
di un passaggio ad un altro tipo di scuola.
Quest'anno avremo più tempo e potremo lavorare anche sull'orientamento dei
ragazzi di terza media. I docenti delle superiori andranno nelle classi non
per illustrare genericamente i loro corsi ma per fare piccoli interventi di
didattica orientata. Daranno dei brevi saggi di latino, matematica o materie
tecniche. Purtroppo la disponibilità degli insegnanti è limitata. Ma
cominceremo».

La procedura concorsuale selettiva per l'individuazione dei docenti
destinatari della maggiorazione retributiva prevista dall'art. 29 del nuovo
CCNL Scuola 1998-2001  e dall'art. 38 del CCNI Scuola 1998-2001:
«Si terrà conto del curriculum del candidato. Questa prima valutazione sarà
interna e verrà fatta sulla scorta di certificazioni e opinioni espresse
nella scuola. Poi il candidato si sottoporrà al giudizio di una commissione
esterna che assisterà, senza interferire minimamente per l'intera durata, ad
una lezione».

I test sul rendimento dell'attività didattica degli istituti ed il sistema
nazionale di valutazione:
«I primi li abbiamo già fatti ed è in corso l'elaborazione dei risultati. A
fine settembre avremo i primi dati sul rendimento scolastico di alcune
classi di prima e terza media e del secondo e terzo superiore. Scopriremo
quanta matematica o quanta storia hanno appreso i ragazzi. La ricerca è
stata fatta dall'Istituto nazionale sulla qualità dell'istruzione, diventato
grazie ad una recente legge (Decreto Legislativo 20 luglio 1999, n. 258 -
NdR), ancora da regolamentare, una sorta di Authority. Hanno collaborato
l'Ocse e l'Iea, due enti internazionali che si occupano di istruzione».

La riforma del MPI:
«Un'altra legge fresca da regolamentare e applicare (Decreto Legislativo 30
luglio 1999, n. 300 - NdR), come quella che ha istituito il servizio
nazionale di valutazione. Delle direzioni generali resteranno solo due
dipartimenti con delle articolazioni».

I tempi previsti per l'attuazione delle riforme:
«L'impostazione, per quanto riguarda i tempi è di chiudere rapidamente con
le leggi per evitare che si ripeta quanto accaduto in passato, quando sulla
scuola non si legiferava mai. Ma una volta acquisita la certezza normativa
vorremmo il massimo di gradualità nell'attuazione. L'autonomia, approvata
nel '97 andrà a regime nel 2000-2001. L'esame di Stato, attuato parzialmente
quest'anno per la prima volta, andrà a regime tra due. Per la riforma dei
cicli scolastici ci vorrà più tempo, riguarda un arco di 12 anni. La riforma
ci impone di modificare programmi e curricula. Occorreranno mesi e mesi di
discussione per definire i nuovi saperi».

Nel settore Archivio di Educazione&Scuola:

Accordi, Contratti, Pareri, Sentenze
Autonomia Scolastica
Disegni e Progetti di Legge
Maturità, Esami, Orientamento
Parità Pubblico - Privato
Riforma del sistema scolastico


LILILILILILILILILILILILILILILILI

                        Nel settore ARCHIVIO

- Circolare Ministeriale 13 settembre 1999, n. 217
"Progetto Lingue 2000" - legge n. 440/97 - Azione di potenziamento della
lingua straniera curricolare e della seconda lingua straniera sperimentale
ex art. 278 D.L.vo 297/94 nella scuola media - anno scolastico 1999-2000

- Decreto Ministeriale
"Approvazione delle norme e avvertenze tecniche per la compilazione del
libro di testo da utilizzare nella scuola dell'obbligo e criteri per la
determinazione del prezzo massimo complessivo della dotazione libraria
necessaria per ciascun anno della scuola dell'obbligo


LILILILILILILILILILILILILILILILI

- Il Nuovo Motore di Ricerca di E&S

- Forum: Il Nuovo CCNL Scuola

LILILILILILILILILILILILILILILILI


Casella Email Gratuita con E&S: http://edscuola.zzn.com/


LILILILILILILILILILILILILILILILI


Queste notizie sono diffuse tramite la ML di E&S:
http://edscuola.listbot.com/


LILILILILILILILILILILILILILILILILILILILILILILI
          ______
____________( _ )  ________
___  ____/_  __ \/|__  ___/
__  __/   / /_/  < _____ \
_  /___   \____/\/ ____/ /
/_____/            /____/
http://www.edscuola.com/
mailto:edscuola@edscuola.com

***********Educazione&Scuola©**********
Reg.Trib.Lecce n.662 del 01.07.1997
Direttore Responsabile Dario Cillo

LILILILILILILILILILILILILILILILILILILILILILILI