[Archivio]

ISPETTORATO ISTRUZIONE ARTISTICA

Circolare n. 135
Roma, 4.3.1997

Prot. n. 449
Div. III

Ai Provveditori agli Studi LORO SEDI
Al Sovrintendente Scolastico per le Provincia di BOLZANO
Al Sovrintendente Scolastico per le Provincia di TRENTO
All'Intendente Scolastico per la Scuola in Lingua tedesca BOLZANO
All'Intendente Scolastico per la Scuola delle LocalitÓ Ladine BOLZANO
Ai Presidi degli Istituti Statali d'Arte LORO SEDI


OGGETTO: Istituti statali d'arte - Classi di concorso della Tabella D - Organico di diritto a.s. 1997/98.

Nelle "Istruzioni" fornite in occasione del rilascio dei prospetti 1 per la determinazione dell'organico di diritto dell'anno scolastico 1997/98, Ŕ stata prevista la modifica della procedura di acquisizione dei posti relativi alle classi di concorso della Tabella D allegata al D.M. 334/94, insegnamenti di arte applicata negli Istituti statali d'arte.

Detti posti saranno costituiti per mezzo di comunicazione puntuale dei dati al Sistema Informativo mediante utilizzazione della apposita funzione "acquisizione posti di laboratorio".

Come precisato nelle citate "Istruzioni", la modifica si Ŕ resa necessaria per consentire anche l'acquisizione dei contributi orari relativi alle classi di concorso della Tabella D afferenti ai corsi del Progetto sperimentale assistito "Michelangelo". Dall'a.s. 1997/98 funzioneranno infatti le terze classi del Progetto che prevedono 8 ore settimanali di insegnamento di arte applicata.

SarÓ pertanto possibile dal prossimo anno scolastico la formazione di posti di arte applicata costituiti sia da ore di insegnamento nei corsi ordinari sia da ore di insegnamento nella terza classe del Progetto "Michelangelo".

Si ritiene opportuno fornire con la presente alcune indicazioni circa gli adempimenti di competenza dei Capi di Istituto ai fini della rilevazione dei dati da trasmettere agli Uffici Scolastici Provinciali.

Si premette che restano fermi i criteri individuati dall'O.M. n. 322 del 9.7.1996 per la previsione in organico di diritto dei posti di insegnamento della Tabella D:

I posti costituti sulla base dei criteri sopra richiamati comprenderanno anche, fino alla concorrenza delle 18 ore, le disponibilitÓ orarie derivanti dal funzionamento del 3░ anno del corso sperimentale "Michelangelo".

Le eventuali ore residue potranno essere utilizzate, qualora ne ricorrano le condizioni, per la costituzione di posti nei limiti massimo e minimo di 18-14 ore, secondo quanto previsto dal decreto autorizzativo della sperimentazione.

Ai fini della tempestiva rilevazione del contributo orario relativo al funzionamento della terza classe del Progetto sperimentale "Michelangelo", i presidi, esaminate le richieste degli alunni frequentanti le seconde classi, procederanno all'individuazione degli indirizzi, tra quelli autorizzati, da attivare nel triennio sperimentale e alla conseguente individuazione delle relative classi di concorso.

Gli eventuali spezzoni orari residui non utilizzati per la costituzione di posti in organico non devono essere comunicati al Sistema Informativo e saranno presi in considerazione in sede di individuazione delle disponibilitÓ per le operazioni aventi effetto limitato ad un solo anno scolastico.

I docenti mantenuti in servizio su posti inferiori alle 18 ore completeranno l'orario prioritariamente sulle ore di insegnamento di arte applicata previste nel 1░ e nel 2░ anno del corso sperimentale "Michelangelo".

Le esercitazioni previste nel biennio del Progetto Michelangelo sono svolte, infatti, considerata la loro valenza di orientamento degli studenti in vista della scelta definitiva dell'indirizzo nel 3░ anno di corso, secondo il criterio della "rotazione" tra le classi di concorso nei laboratori funzionanti nelle sezioni di ordinamento corrispondenti agli indirizzi sperimentali autorizzati.

Per il completamento dell'orario d'obbligo dei docenti di arte applicata deve farsi comunque riferimento alle modalitÓ previste dall'art. 41, terzo comma, del C.C.N.L.

IL CAPO DELL'ISPETTORATO
(Luisa Caprio Preden)