Lettera Circolare 21 maggio 2001, n. 89

Prot. n.4037

Oggetto: Piano di interventi e di finanziamenti per la realizzazione di progetti nazionali e locali nel campo dello studio delle lingue e delle tradizioni culturali degli appartenenti ad una minoranza linguistica (Legge 15 dicembre 1999, n. 482 art. 5)

Premessa

La presente lettera circolare intende promuovere progetti nazionali e locali nel campo dello studio delle lingue e delle tradizioni culturali degli appartenenti alle minoranze linguistiche riconosciute, ai sensi degli articoli 2 e 3 della legge 15 dicembre 1999, n. 482, contenente norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche.
Come è noto, la citata legge n. 482/1999, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 297 del 20 dicembre 1999, prevede all'art.2 - in attuazione dell'articolo 6 della Costituzione e in armonia con i principi generali stabiliti dagli organismi europei ed internazionali: "la Repubblica tutela la lingua e la cultura delle popolazioni albanesi, catalane, germaniche, greche, slovene e croate e di quelle parlanti il francese, il franco-provenzale, il friulano, il ladino, l'occitano e il sardo".
La stessa legge, inoltre, introduce agli articoli 4 e 5 specifiche disposizioni in materia di promozione della lingua delle minoranze sia come strumento di svolgimento delle attività didattiche nella scuola materna, e di insegnamento delle discipline nella scuola elementare e media sia come oggetto specifico di apprendimento nei predetti gradi di scuola.
Tali disposizioni vanno integrate con quanto previsto dal Regolamento di attuazione della citata Legge, in corso di perfezionamento, il quale all'articolo 2 stabilisce che il Ministero della Pubblica Istruzione di concerto con il Ministero dell'Università indichi i criteri generali per l'attuazione delle misure contenute nell'art. 4 della citata legge e che le istituzioni scolastiche avviino una fase sperimentale di tre anni, utilizzando gli strumenti di autonomia didattica ed organizzativa, previsti dall'art. 21 della legge 15 marzo 1997 n. 59.
In tale contesto normativo di progressiva adozione di criteri per la attuazione della legge e di valorizzazione dello studio delle lingue e delle tradizioni culturali delle minoranze linguistiche, riconosciute dalla legge n. 482/99, la presente lettera circolare intende sostenere - a livello finanziario e di diffusione delle migliori esperienze didattiche - i progetti elaborati dalle istituzioni scolastiche nell'ambito dei rispettivi Piani dell'Offerta Formativa a partire dall'a.s. 2001/2002.

A. I progetti elaborati dalle scuole

Le istituzioni scolastiche presenti nell'ambito territoriale e subcomunale in cui si applicano le disposizioni di tutela delle minoranze linguistiche storiche, previste dalla legge n. 482/99, sono invitate ad elaborare progetti che integrino il proprio Piano dell'Offerta formativa, predisposto per l'anno scolastico 2001/2002.

I progetti potranno prevedere l'adesione alle seguenti azioni, in conformità con quanto previsto dalla Legge n.482/99:

Qualora l'istituzione scolastica intenda aderire all'Azione B, stabilirà anche i tempi e le metodologie di insegnamento, nonché i criteri di valutazione degli alunni e le modalità di impiego dei docenti coinvolti.
Gli obiettivi formativi devono prevedere a conclusione dei cicli di studio il raggiungimento delle seguenti competenze:

Per il raggiungimento degli obiettivi le istituzioni scolastiche potranno valutare l'opportunità di associarsi con altri istituti scolastici del territorio, analogamente impegnati nel campo dello studio delle lingue minoritarie e delle tradizioni culturali ad esso connesse.
Le istituzioni scolastiche già impegnate in attività di formazione a favore degli adulti potranno inserire nella propria offerta formativa complessiva iniziative di approfondimento in materia di studio delle lingue minoritarie e delle traduzioni culturali delle comunità locali.
Le istituzioni scolastiche dovranno inviare i progetti - redatti in lingua italiana e nella lingua minoritaria di interesse - all'IRRE (ex IRRSAE) Calabria (Via XX Settembre, 62 88100 Catanzaro - tel. 0961/722026 fax 0961/722027) entro e non oltre il 30 giugno 2001 utilizzando l'unita scheda quale schema per la formulazione della proposta e per la richiesta di finanziamento. Alla documentazione va altresì allegata la delibera del Consiglio provinciale di cui all'art. 3 comma 1 della precitata Legge n. 482/99.
Il Gruppo di studio, costituito con il compito di offrire indicazioni per la definizione dei criteri generali per la realizzazione di progetti nazionali e locali nel campo dello studio delle minoranze linguistiche storiche, eventualmente integrato con specifiche competenze di esperti di settore, procederà alla selezione dei progetti, privilegiando le proposte elaborate da reti di scuole e che prevedano eventuali contributi aggiuntivi da parte degli Enti locali, nel quadro di un'ampia e consapevole responsabilità del territorio e nel rispetto dei criteri stabiliti dalla legge.

B. Le iniziative di formazione

Le istituzioni scolastiche, nell'esercizio dell'autonomia di ricerca, sperimentazione e sviluppo potranno prevedere nell'ambito del medesimo progetto iniziative di formazione da destinare al personale insegnante coinvolto nel progetto da realizzare contestualmente all'attuazione del progetto didattico nel caso in cui nell'istituzione scolastica sia in servizio personale docente già in possesso di competenze specifiche nelle lingue minoritarie e che richieda ulteriori approfondimenti in materia ed un perfezionamento delle competenze già in possesso.
In caso contrario, le istituzioni scolastiche valuteranno i tempi e le modalità degli interventi formativi da realizzare nell'a.s. 2001/2002, preferibilmente secondo le modalità della ricerca-azione. In questo caso le istituzioni scolastiche potranno decidere di rinviare l'attuazione dei progetti didattici all'anno scolastico 2002/2003.
Analogamente ai progetti didattici saranno prescelte le proposte provenienti da reti di scuole. Nella programmazione e realizzazione degli interventi formativi le istituzioni scolastiche potranno avvalersi della consulenza e della collaborazione delle Università e delle loro diverse articolazioni (Dipartimenti e Facoltà) destinatarie di specifici finanziamenti previsti dalla Legge.

C. Le iniziative di sensibilizzazione, monitoraggio e documentazione a carattere nazionale

Nel quadro della prima attuazione della Legge n. 482/1999 nel settore scolastico appare necessaria una campagna di informazione e di sensibilizzazione degli operatori scolastici (dirigenti scolastici, personale insegnante, personale amministrativo) e delle famiglie.
Sarà pertanto promosso a livello regionale o interregionale un ciclo di seminari sull'importanza della legge n. 482/99 e sul ruolo educativo e formativo delle lingue minoritarie.
L'autonomia didattica ed organizzativa e l'avvio del riordino dei cicli nella scuola di base consentono, infatti, di favorire l'apprendimento delle lingue e delle culture minoritarie come valorizzazione del pluralismo culturale e territoriale.
Sarà cura, inoltre, del Ministero predisporre materiale divulgativo ed informativo che verrà distribuito nei territori interessati dall'iniziativa.
I progetti finanziati rientreranno, inoltre, nel Programma annuale di monitoraggio dei Piani dell'Offerta Formativa e verranno documentati nel Sistema GOLD predisposto dall'Istituto Nazionale di Documentazione per l'Innovazione e la Ricerca Educativa (ex B.D.P.).

Si prega di voler dare la più ampia diffusione alla presente lettera circolare.


Scheda di adesione al Progetto sullo Studio delle Lingue e delle culture delle minoranze linguistiche
(Legge 482/99)
(da inviare all’ IRRE <ex I.R.R.S.A.E>. Calabria entro il 30 giugno 2001)

 

  1. Dati generali della scuola

Dati anagrafici

Tipo dell’Istituto

 Materna  Elementare  Media  Comprensivo

Denominazione dell’Istituzione Scolastica

Codice Meccanografico __________________________________________________

INDIRIZZO _________________________________________________________________

CAP _________________ COMUNE ___________________________________PR (_____)

TELEFONO _______________________________FAX _____________________________

E-MAIL_____________________________________________________________________

  1. Azione per la quale viene richiesto il finanziamento
  1. Studio delle lingue delle minoranze da utilizzare accanto all’uso della lingua italiana come strumento per lo svolgimento delle attività didattiche nella scuola dell’ infanzia e come strumento di insegnamento delle discipline previste nel curricolo obbligatorio della scuola di base 
  2. Studio delle lingue delle minoranze come oggetto specifico di apprendimento nell’ambito della quota obbligatoria riservata a ciascuna istituzione scolastica del curricolo della scuola di base 
  3. Studio della lingue e delle culture delle minoranze da inserire nell’ampliamento dell’offerta formativa (orario extracurricolare) da offrire anche agli adulti 

Azione A Lingua e cultura minoritaria

Numero classi

N. Allievi

Discipline Interessate

I

II

III

IV

V

I

II

III

 

Azione B

Lingua e cultura minoritaria

N. ore

Disciplina introdotta nella quota riservata all’istituzione scolastica

Valutazione

 

Azione C

Lingua e cultura minoritaria

N. Allievi

N. Gruppi di apprendimento

N. ore

Risorse professionali

Docenti interni

Lingua e cultura minoritaria

N. docenti

Con titoli di specializzazione

Senza titoli di specializzazione

 

Docenti a contratto d’opera esterni al sistema scolastico e disponibili per il Progetto (Azione C)

Lingua e cultura minoritaria

N. docenti

Con titoli di specializzazione

Senza titoli di specializzazione

 

PIANO FINANZIARIO

INIZIATIVE DIDATTICHE

1) Azioni A e B

Spese per la produzione di materiali didattici £.__________________

2) Azione C

Spese per la retribuzione del personale per numero ore ________________ di insegnamento aggiuntive £.________________

Spese per la produzione di materiali £. _______________

Totale (2) £.________________

3 ) INIZIATIVE DI FORMAZIONE PER IL PERSONALE DIRIGENTE, DOCENTE ED AMMINISTRATIVO

N. unità di personale destinatario delle attività di formazione _________________

N. ore di docenza _____________________________________________

Spese per l’attività di docenza ______________________________

Spese per la produzione di materiali didattici £.________________

Totale (3) £.________________

Totale (1+2+3) £.________________


Comunicato sul piano finanziario di interventi relativi alle minoranze linguistiche nelle scuole elementari e medie (lettera circolare n. 89 del 21 maggio 2001)

(Roma, 6 agosto 2001) - Nei giorni 23 e 24 luglio 2001 IL Gruppo nazionale di studio per le minoranze linguistiche ha proceduto all'esame e alla valutazione dei progetti proposti dalle scuole appartenenti alle minoranze linguistiche storiche in attuazione della lettera circolare n. 89 del 21 maggio 2001.
Risultano proposti dalle scuole n. 180 progetti per un ammontare complessivo di finanziamenti richiesti superiore ai 10 miliardi.
I componenti del gruppo nazionale di lavoro hanno pertanto individuato quali criteri "premianti" nella valutazione i seguenti:

Inoltre non sono stati presi in considerazione i progetti privi dei requisiti formali indicati dalla lettera circolare. A conclusione dei lavori sono stati valutati positivamente ma con significativi ridimenzionamenti finanziari i progetti delle sottoindicate scuole:

IC GIOVANNI XXIII BARILE PZ BASILICATA
IC VIA CONVENTO TERRANOVA DI POLLINO PZ BASILICATA
DD II Maschito/Ginestra VENOSA PZ BASILICATA
IC PLATACI FRANCAVILLA MARITTIMA CS CALABRIA
IC VIA ALDO MORO GUARDIA PIEMONTESE CS CALABRIA
IC LUNGRO CS CALABRIA
SM S. BENEDETTO MONTALTO UFFUGO CS CALABRIA
IC BAFFI S. SOFIA D'EPIRO CS CALABRIA
IC FALCONARA SAN LUCIDO CS CALABRIA
DD SPEZZANO ALBANESE CS CALABRIA
IC CARAFFA DI CZ. CS CALABRIA
SM D'ANDREA BOVA MARINA RC CALABRIA
IC ARIANO IRPINO AV CAMPANIA
SM COVOTTA ARIANO IRPINO AV CAMPANIA
IC DESTRA TORRE AIELLO DEL FRIULI UD FRIULI
IC BASILIANO UD FRIULI
DD CODROIPO UD FRIULI
DD TARVISIO UD FRIULI
SM G.F. DA TOLMEZZO TOLMEZZO UD FRIULI
DD I CIRCOLO UDINE UD FRIULI
DD I CIRCOLO UDINE UD FRIULI
IC VILLA SANTINA UD FRIULI
IC V. CORDISCO MONTEFALCONE CB MOLISE
IC RICCIARDI PALATA CB MOLISE
IC URURI CB MOLISE
DD BORGO SAN DALMAZ. CN PIEMONTE
IC DRONERO CN PIEMONTE
DD DRONERO CN PIEMONTE
IC VENASCA CN PIEMONTE
IC VILLANOVA MONDOVI' CN PIEMONTE
IC E.DE AMICIS LUSERNA S.GIOV.NNI TO PIEMONTE
IC C. GOUTHIER PEROSA ARGENTINA TO PIEMONTE
DD II CIRCOLO PINEROLO TO PIEMONTE
DD SUSA TO PIEMONTE
IC FRANCO MARRO VILLAR PEROSA TO PIEMONTE
IC SERRACAPRIOLA FG PUGLIA
DD TROIA FG PUGLIA
SM VIRGILIO TROIA FG PUGLIA
IC CORIGLIANO D'OTRANTO LE PUGLIA
IC CASALINI S. MARZANO DI S.G. TA PUGLIA
IC CASTRIOTA S. MARZANO DI S.G. TA PUGLIA
DD I CIRCOLO ALGHERO SS SARDEGNA
DD II CIRCOLO ALGHERO SS SARDEGNA
DD N. 2 ALGHERO SS SARDEGNA
SM DELEDDA ALGHERO SS SARDEGNA
VIA TURATI CONTESSA ENTELLINA PA SICILIA

E' stata inviata alle scuole una lettera interlocutoria per una riformulazione dei progetti sotto il profilo finanziario e/o di integrazione documentaria, in modo da poter autorizzare le iniziative ai primi di settembre e comunque in tempo utile per il loro inserimento nei piani dell'offerta formativa da attuare nell'anno scolastico 2001/2002.
Nel mese di settembre verrà progettato un piano di monitoraggio e di supporto per le scuole.


Comunicato Minoranze linguistiche
A.s. 2001-02, parte il finanziamento annuale ai progetti delle scuole

Le lingue parlate nel nostro paese dalle minoranze etniche storiche hanno ottenuto un concreto riconoscimento da parte del sistema educativo nazionale: l'insegnamento nelle scuole dell'albanese, dell'occitanico, del croato, del provenzale - solo per fare degli esempi - ha da oggi uno specifico capitolo nel bilancio del ministero dell'Istruzione. Ogni anno, infatti, i progetti presentati dalle scuole e relativi alla promozione e alla tutela delle minoranze linguistiche storiche e presentati ai sensi della lettera circolare n. 89 del 21 maggio 2001, potranno ricevere un finanziamento istituzionale, secondo una graduatoria e in base ai fondi disponibili.

Si tratta di un riconoscimento concreto del lavoro che le scuole già fanno, frutto dell'impegno della Direzione generale per gli ordinamenti scolastici del Dipartimento per lo sviluppo dell'istruzione - Ufficio Decimo e possibile grazie ai fondi annualmente assegnati al ministero dalla legge di tutela delle minoranze linguistiche storiche approvata dal Parlamento il 15 dicembre 1999.

Il 15 novembre 2001 è partito dunque il primo finanziamento istituzionale: i progetti autorizzati per l'anno scolastico 2001/02, dei quali si riporta in allegato elenco completo con tutti i riferimenti sia logistici sia finanziari, sono in totale 47 e riguardano scuole materne, elementari e medie, secondo questa ripartizione:

- 17 appartengono alla lingua albanese,
- 11 alla lingua occitana
- 2 alla lingua greco antica
- 6 alla lingua friulana
- 2 alla lingua croata
- 2 alla lingua franco-provenzale
- 5 alla lingua catalana
- 2 a multi-minoranze linguistiche

E' prevista la costituzione di rete fra scuole dislocate sul territorio, e già in tre casi questa è formalmente costituita con una scuola capofila che gestisce le risorse finanziarie dello stesso progetto. In due casi infine la rete si riferisce a zone territoriali molto distanti.

Per l'immediato futuro l'Amministrazione intende procedere con la consulenza tecnico-scientifica offerta dalla Commissione di studio istituita appositamente con decreto del Ministro in data 15 gennaio 2001, nella progettazione e realizzazione di un primo piano di monitoraggio e supporto delle iniziative avviate nelle scuole.

Inoltre sarà diramata appena possibile una nuova lettera circolare per i finanziamenti relativi ai progetti da proporre e attivare nelle scuole per l'anno scolastico 2002/3.

REGIONE SCUOLA VIA CAP CITTA PROV SOMMA ASSEGNATA    TITOLO    DEL PROGETTO
Basilicata  I.C. "GIOVANNI  XXIII°" VIA NAZIONALE 22 85022 BARILE PZ L. 15.000.000  "ETH.NOS"
Basilicata IST. COMPRENSIVO VIA CONVENTO 97 85030 TERRANOVA DI POLLINO PZ L. 15.000.000  
Basilicata II°   CIRCOLO DI VENOSA P.ZA  DON BOSCO 85029 VENOSA PZ L. 10.000.000  "IL MASCHITO GINESTRA"
Calabria S.M.S. "D.  D’ANDREA" VIA MONTESANTO 26        89035 BOVA MARINA RC L. 7.000.000  
Calabria IST. COMPRENSIVO VIA S.VINCENZO  DE PAOLI 88050 CARAFFA DI CZ. CZ L. 30.000.000  
Calabria IST. COMPRENSIVO VIA S. EMIDDIO   FRANCAVILLA MARITTIMA CS L. 13.200.000 "PLATACI"
Calabria IST. COMPRENSIVO VIA ALDO MORO  87020 GUARDIA PIEMONTESE CS L. 25.000.000  
Calabria IST. COMPRENSIVO VIA SAN LEONARDO 87010 LUNGRO CS L. 70.000.000  "NA JEMI ARBERESHE"
Calabria S.M.S. DI MONTALTO UFFUGO CENTRO VIA ALDO MORO 87046 MONTALTO UFFUGO CS L. 5.000.000  
Calabria I.C. "P. BAFFI" VIA SCIGATA  6       87048 S. SOFIA D’EPIRO CS L. 90.000.000  
Calabria I. C.  FALCONARA VIA STRADA I° S.N.C.    87038 SAN LUCIDO CS L. 14.000.000  
Calabria CIRCOLO DIDATTICO VIA NAZIONALE 143 87019 SPEZZANO ALBANESE CS L. 50.000.000  
Campania  S.M.S. "P. S. MANCINI" VIA CARDITO               83031 ARIANO IRPINO AV L. 18.000.000  
Campania S.M.S. "AURELIO COVOTTA" PIAZZA DANTE 1 83031 ARIANO IRPINO AV L. 15.000.000  
Friuli I.C. " DESTRA TORRE" VIA MANZONI  1 33041 AIELLO DEL FRIULI UD L. 10.000.000  
Friuli IST. COMPRENSIVO VIA MANZONI 31 33031 BASILIANO UD L. 16.800.000  
Friuli IST. COMPRENSIVO (Istituto capofila) VIA FRIULI  14 33033 CODROIPO UD L. 100.000.000  "LE PICCOLE STELLE DEL CARRO MINORE
Friuli IST. COMPRENSIVO (Istituto capofila) PIAZZA MONS. PELIZZO 11 33040 FAEDIS UD L. 70.000.000  
Friuli CIR5COLO DIDATTICO VIA V.VENETO 44 33018 TARVISIO UD L. 200.000.000  "SENTIERI"
Friuli S.M.S.  G.F.DA TOLMEZZO VIA C. BATTISTI 10 33028 TOLMEZZO UD L. 13.000.000  
Friuli  I ° CIRCOLO DIDATTICO VIA D ALIGHIERI , 7 33100 UDINE UD L. 153.000.000  
Friuli IST. COMPRENSIVO V. MARCO RENIER 8    33029 VILLA SANTINA UD L. 20.000.000 58-IC DI VILLA SANTINA
Molise I.C. "MONS. VITTORIO CORDISCO" CONTRADA  ORTO DELLA  CORTE                     86033 MONTEFALCONE CB L. 25.000.000  
Molise I. C. RICCIARDI VIA J. KENNEDY 1      86037 PALATA CB L. 15.000.000  
Molise IST. COMPRENSIVO VIA PROVINCIALE        86049 URURI CB L. 15.000.000  
Piemonte CIRCOLO DIDATTICO VICOLO PIAZZA D’ARMI 13                    12011 BORGO SAN DALMAZZO CN L. 20.000.000  
Piemonte IST. COMPRENSIVO P.ZA BATTAGLIONE ALPINI  "DRONERO" 12025 DRONERO CN L. 13.000.000  
Piemonte CIRCOLO DIDATTICO PIAZZA MARCONI 4 12025 DRONERO CN L. 10.000.000  
Piemonte I.C. "E.DE AMICIS" VIA TEGAS 2 10062 LUSERNA S.GIOVANNI TO L. 10.000.000  
Piemonte I.C. "C. GOUTHIER" PIAZZA EUROPA 1    10063 PEROSA ARGENTINA TO L. 10.000.000  
Piemonte II^  CIRCOLO VIA SERAFINO 1 10064 PINEROLO TO L. 10.000.000  
Piemonte CIRCOLO DIDATTICO CORSO TRIESTE 10059 SUSA TO L. 16.000.000  
Piemonte IST. COMPRENSIVO VIA MARCONI 4 12020 VENASCA CN L. 20.000.000  
Piemonte IST. COMPRENSIVO CORSO G. MARCONI 37                                   12089 VILLANOVA MONDOVI’ CN L. 10.000.000  
Piemonte I.C. "FRANCO MARRO" VIA IV NOVEMBRE 2 10069 VILLAR  PEROSA TO L. 10.000.000 "IL PATONA' - UNA LINGUA E UNA CULTURA CHE VIVONO"
Puglia ISTITUTO COMPRENSIVO VIA VITT. VENETO   CORIGLIANO D’OTRANTO LE L. 120.000.000  "OLIMMIA JA'TO GRIKOMA"
Puglia  I.C. "CASALINI" VIA  LAZIO 3 74023 S. MARZANO DI S.G. TA L. 15.000.000  
Puglia I. C. CASTRIOTA VIA MANDURIA 74020 SAN MARZANO TA L. 20.000.000  
Puglia IST. COMPRENSIVO  VIA PAOLO VI°   SERRACAPRIOLA FG L. 30.000.000  
Puglia CIRCOLO DIDATTICO   71029 TROIA FG L. 10.000.000  
Puglia  S.M.S. VIRGILIO VIA     VILLA                  COMUNALE   TROIA FG L. 17.000.000  
Sardegna  I° CIRCOLO VIA CAGLIARI 4 07041 ALGHERO (Istituto capofila) SS L. 50.000.000  "TRA MITO E STORIA"
Sicilia I.C "F. DI MARTINO" VIA F. TURATI 2             90030 CONTESSA ENTELLINA                 PA L. 40.000.000