Prima Pagina
Reg. Tribunale Lecce n. 662 del 01.07.1997
Direttore responsabile: Dario Cillo

Ricerca

 

Un fazzoletto bianco per la scuola!


Conclusa con successo la prima iniziativa dei 
"Fazzoletti Bianchi per la Scuola"

L'11 ed il 12 marzo 2002 sono stati più di 100.000 coloro che, nelle scuole, hanno manifestato pacificamente contro la riforma degli organi collegiali indossando una fascia bianca.
L'iniziativa, lanciata solo una settimana addietro su internet da Fuoriregistro, Didaweb, Educazione&Scuola e Proteofaresapere, si è estesa oltre ogni previsione:
- 52.327 coloro che ci hanno risposto con una e-mail dichiarando la loro adesione individuale,
- numerosissimi i siti, le riviste, i gruppi, i sindacati e le associazioni di base,
- centinaia le scuole, che, per iniziativa di studenti, docenti, ATA, RSU, dirigenti e OOCC, hanno accolto con entusiasmo il nostro appello.
Consapevoli di aver dato voce ad un diffuso disagio presente nella Scuola, confermiamo la nostra disponibilità a mobilitarci per la prossima scadenza parlamentare
.

12 marzo 2002

Emanuela Cerutti, per Fuoriregistro (http://www.didaweb.net/fuoriregistro)
Omer Bonezzi, per Proteofaresapere (http://www.proteofaresapere.it/)
Dario Cillo, per Educazione&Scuola (http://www.edscuola.it)
Antonio Limonciello, per Didaweb (http://www.didaweb.net)


Appello

 

La Camera dei deputati ha iniziato la discussione conclusiva sul nuovo assetto degli organi collegiali della scuola.

Il disegno di legge prevede una feudale commistione di poteri:

  • il dirigente scolastico sarà contemporaneamente organo di controllo, indirizzo ed esecutivo

  • i docenti da paritetici diventeranno minoranza nel consiglio scolastico

  • il personale Ata non sarà più presente nel consiglio

  • saranno aboliti i Consigli di Classe

  • saranno liquidate le assemblee per genitori e studenti

  • verrà cancellato il comitato di valutazione come emanazione del collegio docenti

  • sarà istituito un nucleo di valutazione - in cui la presenza dei docenti è minoritaria e schiacciata tra un genitore garante ed un non ben definito esperto - che dovrà, tra l’altro, confermare l’assunzione definitiva del personale della scuola.

Tutto questo stravolge i principi basilari della democrazia nella scuola, principi che dovrebbero fondarsi sulla separazione dei poteri, rappresenta l’umiliazione dell’autonomia professionale e prefigura forme di reclutamento che - negando le competenze professionali - mettono in serio dubbio le garanzie costituzionali sulla libertà d’insegnamento.

  • Per queste ragioni chiediamo al Parlamento Italiano di fermarsi, di non umiliare i docenti, di rispettare la Costituzione e l’autonomia professionale della scuola.

  • Per queste ragioni chiediamo ai nostri colleghi di andare a scuola indossando un fazzoletto bianco in segno di protesta, nei giorni 11 e 12 Marzo, affinché sia chiaro a tutti che le nostre coscienze di cittadini ed educatori non accettano in silenzio un atto tanto grave.

Una fascia bianca che è il segno della pace e della nonviolenza ma che è anche il simbolo di chi crede nella scuola di tutti e per tutti.

Istruzioni

Manda questo appello alla tua lista personale di posta elettronica, stampalo e portalo a scuola, diffondilo, convinci i tuoi colleghi ad aderire all’iniziativa.

Inoltre

  • se aderisci individualmente all’iniziativa manda una e-mail ad uno solo dei tre indirizzi di posta elettronica (ci serve per dare il numero di adesioni alla stampa)

  • se aderisci come scuola, collegio, gruppo od associazione invia a tutte e tre le seguenti e-mail l’adesione (saranno messe sui tre siti)


ADESIONI

STAMPA


La pagina
- Educazione&Scuola©